Mesa Curanderismo - Sciamanesimo Andino - Munay Ki - Nusta Karpay

Vai ai contenuti
Mesa Curanderismo
La Via del Curandero. In questo percorso intensivo l'apprendista impara ad interfacciarsi con i potenti spiriti archetipici della Natura, delle direzioni e degli elementi. Si ricevono la conoscenza e gli strumenti per operare guarigioni e curanderie, per espandere la propria coscienza nelle dimensioni del Sogno e diventare così un custode portatore della tradizione.
Intro: La Mesa come Ponte tra i Mondi
In questa parte del percorso si impara a configurare e consacrare la Mesa, che diventerà il centro delle attività degli apprendisti. Una Mesa è una vera e propria mappa, che contiene le energie degli elementi, della Terra, delle direzioni e dei Guardiani.

Una volta che la Mesa è stata configurata e "attivata" diventa a tutti gli effetti un Ponte tra i Mondi: un inframondo in cui le energie dell'Uku Pacha, del Kay Pacha e dell'Hanaq Pacha si intersecano. Dalle Artes (oggetti di potere che racchiudono forze elementali) si impara a richiamare i Guardiani dei Tre Mondi, affinchè ci guidino in Viaggi e Sogni di guarigione.
Modulo 1
- Introduzione alla Via del Curandero, al Misticismo Inca e al concetto di Kawsay, l’energia vivente che anima l’Universo, di cui Sami e Hoocha sono 2 manifestazioni.

- Connettersi a Wiracocha e aprire e chiudere uno spazio sacro che crea un perimetro di Potere con la funzione di impedire ad energie estranee di interferire con il nostro operato.

- Pratica del Saminchakuy, che serve a ricaricarci di energia nuova (Sami) e a rilasciare ogni scoria energetica (Hoocha) alla Terra

- Rito Medicina con l'Arte (oggetto di Potere) legato alla Terra, il Vento del Sud e lo spirito di Amaru. Questa Curanderia ci consente di intervenire nel centro del Potere (nostro o di un'altra persona), per riportare equilibrio e guarigione nel piano e nel corpo fisico.
Modulo 2
- I Nove Templi del Cuore

- Rito Medicina con l'Arte (oggetto di Potere) legata all'Acqua e Hatun Chaywa, lo spirito della Balena che infonde energia per la guarigione emozionale. Attraverso questa Curanderia si impara a rilasciare tutto ciò che non ci appartiene, ogni ferita emozionale ed energetica che continua a condizionare la nostra esistenza.

- Rito dei Sette Sassi, che ci aiuta a guarire le sette disarmonie, legate alla relazione con la Madre, il Padre, la Famiglia, la Comunità, il Passato, il Futuro e in ultimo noi stessi.

- Curanderia con le Hoocha Rumi, pietre provenienti da un fiume che aiutano il Curandero ad espellere energie estranee in forma di piccole entità o parti di "anime" estranee che possono attaccarsi alla persona.
Modulo 3
- Omaggio e connessione con Padre Inti, il nostro Sole che è l'energia che alimenta il Potere Personale e ci permette di definire la nostra realtà ordinaria.

- Rito Medicina con l'Arte (oggetto di Potere) legata al Fuoco e Hatun Titi e Otorongo, gli spiriti del Giaguaro e del Puma che viengono in nostro aiuto per guarire le malattie della mente. Si impara a riappropriarsi e a dominare la mente, esplorando il silenzio interiore. Questa Curanderia aiuta i processi cognitivi, ci collega con l'energia dell'apprendimento e svela la soglia della conoscenza silenziosa.

Rito Inca di recupero dell'Anima. Questa pratica differisce molto da quella utilizzata in altre tradizioni sciamaniche. Attraverso Despachos e altre procedure rituali si reintegrano le parti del Nuna (anima) che sono andate perse e frammentate.

Curanderia con l'ausilio dei Mukis, esseri alleati dei Paqos collegati al lato sinistro del corpo, per riportare equilibrio tra gli organi, in particolar modo fegato e apparato digerente, e rimuovere le energie stagnanti che ne impediscono il corretto funzionamento. Attraverso l'interazione con i Mukis si liberano gli organi dalle energie nocive accumulate nel tempo, quindi si guarisce anche il nostro passato.
Modulo 4
Rito Medicina con l'Arte (oggetto di Potere) legata all'Aria e Hatun Kuntur, lo spirito del Condor che viene in nostro aiuto per guarire le malattie dello Spirito. Attraverso questo rito di Guarigione si risveglia l'intuito, si elimina il velo che impedisce la percezione, risvegliando la nostra condizione di Veggenti.

Pratica di Guarigione con gli Anchachus, esseri alleati dei Paqos collegati al lato destro, connessi direttamente al corpo energetico. Gli Anchachus presiedono ciò che chiamiamo futuro, e attraverso l'interazione con loro durante la guarigione possiamo rimanere allineati al destino.

Introduzione all' Hoocha Mikhuy: pratica ricapitolativa che consiste nel riassorbire energia sia dal nostro Poq'po, uovo luminoso, dove si attaccano le energie derivanti dalle interazioni, sia da luoghi o oggetti (e questo può essere fatto sia fisicamente in presenza, sia in uno stato di sogno). Una volta riassorbita questa energia, viene scissa in Sami, energia rinnovata che consegneremo all'Infinito, e in Hoocha, scoria estranea che consegneremo alle profondità della Terra. La consapevolezza derivante da questo atto verrà invece integrata nel nostro Qosqo.
Modulo 5
- Introduzione ai Sette livelli della Pachamama, che donano al praticante la prospettiva del Paqo. Insegnano a comprendere a pieno gli strati energetici della Terra e a trarre da essi strumenti utili per le guarigioni.

- Rito Medicina con l'Arte (oggetto di Potere) legata al primo raggio della creazione e lo spirito dell'Alpaca, che viene in nostro aiuto per guarire le malattie dell'anima. Si torna ad essere presenti nel tempo, parte attiva dell'Infinito e si comprende la connessione con tutto ciò che è.

- Yachay: richiamare la saggezza del mondo. Questa pratica deve essere fatta in uno stato di assoluta limpidezza. Si sfrutta l'impulso energetico di luoghi di Potere utilizzando il centro del Vedere e si interroga l'Infinito, che darà una risposta di Intento ad ogni nostra questione.

- Introduzione alle Sette Vie del Mistico
Torna ai contenuti