I Misteri del doppio (parte 1): il Cuerpo Sombra

Vai ai contenuti

I Misteri del doppio (parte 1): il Cuerpo Sombra

Sciamanesimo Andino - Munay Ki - Nusta Karpay
Tra le moltissime cose che ho imparato e sperimentato durante i miei percorsi di apprendistato nel Kamasqa Curanderismo, una delle più misteriose, complesse e importanti è stato sicuramente l'uso del Cuerpo Sombra.

Un aspetto in comune tra il Misticismo Peruviano e lo Sciamanesimo Tolteco è la concezione che negli esseri viventi organici sono presenti non una, ma tre "Anime" che vanno a comporre il corpo energetico, ognuna delle quali ci conduce ad un'esperienza differente di Sogno e di Viaggio, che nella mia tradizione vengono chiamati Viaje con Sombra, Ensueño e Desdoblamiento.

La Sombra, llanthu, è il doppio eterico, proprio non solo degli esseri viventi, ma di ogni cosa. E' la proiezione energetica di qualsiasi cosa, essere o luogo esistente nel Kay Pacha (mondo mediano). Un Kamasqa Curandero impara attraverso un rigoroso addestramento a Vedere la Sombra, attraverso lo sviluppo della Vista en Virtud, e a comprenderne i segreti. Non si tratta di immaginare ovviamente. La Vista en Virtud, così come la capacità di muovere la Sombra non sono cose che si ottengono in poco tempo.

Le Sombras infatti, sebbene abbiano le caratteristiche energetiche del corpo che le proietta (e almeno ad un livello superficiale ne conservano anche l'aspetto), nel regno dell'Aluna hanno una volontà ed un comportamento indipendente, e possono essere modellate in qualsiasi forma il Curandero o il Brujo desiderino. Quando il praticante sviluppa la Vista, può scoprire che la Sombra di quello che nella realtà ordinaria vede come un sasso, nel regno degli Spiriti si esprime in un'altra maniera, più complessa e potente.

Il Viaje con Sombra è la capacità di trasferire la propria coscienza nel corrispondente doppio e muoversi nelle realtà di spazio e tempo. Non è un'esperienza che resta "nella testa", ma un vero e proprio spostamento, in cui si influisce attivamente nel piano eterico, con conseguenze tangibili anche nel mondo fisico e nel tempo.

Tra le caratteristiche della Sombra c'è quella di imprimersi nei luoghi e negli oggetti. Per questo un Curandero abile nel Viaggio, può seguire le tracce delle Sombras delle persone partendo da un luogo in cui si trovavano o in un oggetto che hanno toccato, e raggiungerle in qualsiasi punto dello spazio e del tempo.

Essendo questo doppio al contempo interno ed esterno al corpo, è suscettibile alle interazioni con altre Sombras o altri abitanti del regno degli Spiriti. Andare in un luogo dal Potere per noi nocivo, può far si che gli spiriti che lo abitano (o la Sombra stessa del luogo) catturino il doppio del passante, che nella realtà ordinaria sperimenterà varie forme di malattia o di disagio. Non è raro che anche i Brujos catturino le Sombras delle persone, per i loro scopi.

La cattura della Sombra non si traduce con la morte della persona (non subito almeno). Molti individui continuano una certa forma di esistenza avendo la Sombra bloccata in qualche punto dello spazio-tempo o tenuta prigioniera da qualche altro essere. Certo però che la mancanza o la frammentazione di questo particolare doppio porta la persona a vivere una vita incompleta.

Sebbene la Sombra possa muoversi praticamente in ogni punto del tempo e dello spazio, nella maggior parte dei casi visita le linee del passato. Nel caso in cui la Sombra di una persona sia rimasta bloccata ad un certo punto del tempo, il Curandero la raggiunge e la riporta a contatto con il corpo. Diverso è il caso in cui questo doppio è tenuto prigioniero da uno Spirito. In quel caso, nel mondo degli Spiriti, il Curandero ingaggia una trattativa, in cui si decide una moneta di scambio per appagare lo spirito e convincerlo a liberare la Sombra dell'individuo.

Altra caratteristica tipica del Cuerpo Sombra riguarda ciò che succede al momento della morte. Questo doppio non ha accesso ai successivi stadi di esistenza. Resta infatti nel Kay Pacha per un periodo che varia in base alla forza e alla compattezza che ha raggiunto durante il periodo in cui il corpo era in vita. I brujos che restano troppo attaccati alla loro Sombra dopo la morte molto spesso subiscono un destino infausto, tramutandosi in aberrazioni inorganiche predatorie, che necessiteranno di vampirizzare l'energia dei vivi per preservarsi nel mondo dello Spirito.

Il "Mundo Sombra" è un luogo estremamente misterioso, che può essere visitato per ottenere guarigione, conoscenza e per interfacciarsi con altre forme di consapevolezza organica, inorganica, vegetale e minerale. E' però un regno altrettanto pericoloso, che bisogna imparare a rispettare e conoscere per poterlo vivere in una maniera funzionale ed evolutiva.

Munay, Antonio Genovesi.


Torna ai contenuti